Patentino da saldatore | Scuola di saldatura

Il Patentino da saldatore conferisce la qualifica di saldatore dettata dalle norme di riferimento europee ed internazionale.

Certifica l’abilità del saldatore e le sue capacità tecnico-operative e rilascia il così detto PATENTINO  EUROPEO DA SALDATORE.

PATENTINO DA SALDATORE

CONTATTACI PER RICEVERE INFORMAZIONI SUL CORSO

VUOI UN AIUTO NELLO SCEGLIERE IL CORSO MIGLIORE?

SCRIVICI E TI DAREMO LE GIUSTE INFORMAZIONI

La qualifica del saldatore dettata dalle norme di riferimento in ambito europeo ed internazionale certifica l’abilità del saldatore e le sue capacità tecnico-operative.

Il Patentino di saldatura si può ottenere con due modalità: frequentando un corso di saldatura oppure svolgendo direttamente l’esame.

Per quanto riguarda il corso di formazione i contenuti, la sua durata e tutto il percorso formativo sarà in linea con la certificazione finale richiesta, conferendo così all’operatore la preparazione necessaria al superamento dell’esame finale di qualifica.

D’altra parte, qualora l’operatore sia già in possesso di reali capacità tecniche-operative, può sostenere direttamente l’esame, senza frequentare l’intero corso.

Le reali capacità del saldatore possono essere valutate solo attraverso l’esecuzione di una saldatura.

Solitamente, ai fini della valutazione, viene fatta effettuare la saldatura di giunto, che sarà poi sottoposto alle prove di laboratorio previste dalla normitiva di riferimento.

L’esito positivo di tale prova (assenza di difetti) permette di conseguire la certificazione finale.

Sostanzialmente, con la qualifica di un saldatore si indica la garanzia di un percorso formativo testato e la sua capacità professionale di soddisfare i requisiti di fabbricazione e di pianificazione.

Norme di riferimento inerenti la certificazione di saldatore

Sono diverse le norme di riferimento relative alla certificazione di saldatore, di seguito elenchiamo le principali:

  • UNI, EN, ASME, DIN, PED, MIL etc;
  • con metodi di processo diversi, ad esempio: MIG, MAG, TIG, elettrodo rivestito, ect;
  • per categorie di materiale, ad esempio: acciaio al carbonio (ferro), acciaio inox, alluminio e sue leghe, titanio etc;
  • per categorie di spessori, posizione (in piano, in verticale etc.) ed, infine, per tecnologie.

In virtù delle suddette norme  un solo patentino non può ricoprire per intero tutte le categorie sopra citate.

Per lo stesso motivo, al fine di decidere in quale tipo di saldatura per si vuol prendere il patentino è bene definire i reali fabbisogni dell’operatore, in modo da poter poi effettuare l’esame pertinente alle effettive esigenze aziendali.

Quando scade il “Patentino da saldatore”

Il patentino da saldatore ha validità triennale.

Trascorsi i tre anni il saldatore dovrà provvedere al rinnovo del patentino effettuando nuovamente, alla presenza di un nostro tecnico qualificato, le stesse prove di saldatura realizzate in fase di certificazione.

QUALI SALDATORI CERCANO LE AZIENDE? QUALE CORSO DEVO FREQUENTARE?

Di seguito riportiamo i corsi relativi alle qualifiche maggiormente ricercate dalle aziende che assumono. Clicca sull’icona per vedere il programma formativo dei corsi dedicati ai saldatori.

COSA SI IMPARA DURANTE I CORSI DI FORMAZIONE PER SALDATORE

Durante i corsi necessari per il conseguimento del Patentino da Saldatore, sia gratuiti che a pagamento, vengono fornite informazioni sia di carattere generale che specifico sulla saldatura a cui seguiranno prove pratiche effettuate direttamente in officina.

CHIAMACI AL NUMERO

075 51 78 001